Gioie e dolori a Vallelunga


Campagnano di Roma, 8 ottobre 2017

Il fine settimana ha visto scendere in pista a Vallelunga i piloti del National Trophy, per l’ultima tappa di campionato che ha chiuso i battenti ad una stagione in crescendo per Extreme Racing Service ed i suoi piloti, Emanuele Lobartolo e Nicholas Luzzi.
Galvanizzati dai punti raccolti nell’appuntamento del Mugello, tutto il team ha dato il massimo già dalle prove libere di venerdì, dove sia Luzzi che Lobartolo si mettono subito in evidenza confermando l’affiatamento raggiunto con la MvAgusta F3 di Extreme Racing Service.
Iniziano le qualifiche, ed è Emanuele Lobartolo che nel primo turno interpreta al meglio le difficili curve del tracciato capitolino, conquistando nell’ultimo assalto a disposizione la 12esima posizione provvisoria sulla griglia partenza. Maggiori difficoltà per Nicholas Luzzi, che lamenta ancora dei problemi nel tratto più lento del circuito, si ferma in 18esima posizione provvisoria.
Nel secondo e conclusivo turno di qualificazioni è ancora il bresciano Lobartolo che fa sognare i ragazzi al muretto segnando intertempi velocissimi, ma proprio nel tratto finale del circuito una caduta in ingresso alla curva del semaforo fa temere il peggio. La via di fuga purtroppo non è sufficiente a frenare la scivolata del nostro pilota che finisce inesorabilmente contro le barriere. Subito soccorso dal personale medico e trasportato all’ospedale Sant’Andrea di Roma, dove le radiografie accertano la frattura di ulna e radio per Lobartolo. Weekend e stagione purtroppo finita per Emanuele, cui vanno tutti i nostri migliori auguri di pronta guarigione.
Luzzi migliora invece i suoi tempi e chiude in 21esima posizione assoluta. Nicholas non riesce ancora a dare il meglio di sé in qualifica, anche se siamo sicuri potrà dire la sua in ottica gara.
Assente Lobartolo, tutto il team nutre grandi aspettative per la prestazione di Luzzi. Nicholas scatta bene al via ed inizia la sua rimonta verso la zona punti. Già nel corso del terzo passaggio è sotto il tempo siglato in qualifica e fa esultare il muretto Extreme. Luzzi continua a forzare, recupera posizioni su posizioni, martellando tempi che nella seconda metà di gara son pari a quelli dei leader della corsa. Transita infine sotto la bandiera a scacchi in 12esima posizione, raccogliendo altri 4 preziosi punti.
“Son molto dispiaciuto per Lobarto – le parole di Paolo Caravita – dopo alcune difficoltà ad adattarsi alla nostra moto stava finalmente raccogliendo i frutti del lavoro di tutta la stagione. Gli auguro una pronta guarigione. Sono entusiasta della gara di Luzzi, un leone, ha forzato dal primo all’ultimo giro senza commettere errori e questi ulteriori 4 punti sono il giusto premio per la grande crescita dimostrata.”
Con un infortunio e 4 punti si conclude la nostra stagione nel National Trophy, stagione che ha visto entrambi i nostri piloti crescere, migliorarsi, divertirsi e divertire.

press Extreme

condividi Extreme con i tuoi amici...Share on Facebook
Facebook
Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on Tumblr
Tumblr
Share on VK
VK
Email this to someone
email