Imola chiude il CIV


Bergamo, 16 ottobre 2022

Si è appena concluso il Campionato Italiano Velocità con le ultime due gare corse lo scorso weekend a Imola, circuito tanto affascinante quanto difficile.
Andrea Giombini, rientrato dall’infortunio, torna al fianco di Davide Stirpe ed Andrea Campaci a completare il trio di MV Agusta F3 800 schierate nella Super Sport 600 Next Generation.
Le difficoltà del tracciato sono amplificate dal poco tempo a disposizione per la messa punto delle moto. Dopo l’unico turno di prove libere a disposizione siamo direttamente proiettati in qualifica.

Le prove di qualificazione mettono in particolare risalto quanto sia alto il livello raggiunto dal Campionato Italiano SuperSportNG. Andrea Campaci, che proprio qui aveva esordito nel CIV lo scorso anno, avvicina il caposquadra Davide Stirpe con un ottima 14esima posizione. Il nostro campione in carica ottiene invece la 12esima posizione in griglia. Andrea Giombini, alla sua prima uscita a Imola in sella alla MV Agusta F3 800, si ferma in 19esima piazza ma ha grandi ambizioni per le gare.

In gara 1 assistiamo subito ad una scivolata di Andrea Campaci, che dopo una buona partenza vedeva il gruppetto dei migliori lì davanti a sé. Nella caduta, purtroppo, Andrea ha riportato una frattura che non gli consentirà di partecipare a gara 2 e mette anzitempo fine alla sua stagione.
Stirpe ce la mette tutta per portarsi nelle prime posizioni, ma non riesce ad andare oltre la decima posizione finale.
Andrea Giombini è autore di una gara magistrale, partito dalla settima fila è protagonista di una gara all’attacco, su una pista dove sorpassare è molto difficile risale fino alla 13esima posizione finale.

Assente Campaci in gara 2, assistiamo alla prima vera sfida interna del nostro team fra Davide Stirpe ed un arrembante Andrea Giombini, con quest’ultimo che la spunta e chiude in 13esima posizione davanti al caposquadra che transita 15esimo sotto alla bandiera scacchi.

“E’ stata una stagione davvero difficile, dopo gli ultimi 5 anni con due titoli vinti due terzi ed un secondo posto ci siamo trovati ad affrontare una sfida con la nuova 800 davvero ardua. Inizialmente le limitazioni eccessive ci hanno impedito di far funzionare la nostra moto a dovere, dopo che il regolamento è stato rivisto abbiamo potuto sviluppare la nostra MV che è una grande moto. Purtroppo partire così in ritardo ci ha impedito di finalizzare al meglio il grandissimo lavoro fatto. Volgio ringraziare e fare un grande plauso a tutta la squadra che proprio nei momenti difficili ha dimostrato un valore eccelso ed una unità d’intenti eccezzionale. Già domani saremo al lavoro a Misano per preparare un 2023 dove raccoglieremo quanto seminato”

Si chiude qui il campionato 2022, una stagione particolarmente difficile per noi ma che ha messo in luce ancora di più il valore tecnico e umano della nostra squadra. Domani è un nuovo giorno e ripartiamo a preparare un 2023 in cui vogliamo tornare assoluti protagonisti nella lotta al titolo.

press Extreme

condividi Extreme con i tuoi amici...Share on Facebook
Facebook
Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on Tumblr
Tumblr
Share on VK
VK
Email this to someone
email